Le domande più difficili e le risposte più utili riguardo al Pilates.

Che cosa è il Matwork Pilates? 
Si intende per Matwork il lavoro a corpo libero del metodo Pilates così denominato poiché gli esercizi vengono eseguiti su un tappetino (Mat) con o senza piccoli attrezzi. 
Sviluppa esercizi di difficoltà variabile in base alle esigenze. 
Il Matwork è un componente essenziale e originaria del  Metodo Pilates, attraverso il testo originario che Joseph Pilates intitolato “Contrology”, si comprende quanto ne fosse stata la forma essenziale e più pura del Pilates stesso che egli sviluppò precedentemente all’ideazione dei macchinari. La forma del Pilates a corpo libero può essere dunque eseguita ovunque anche per una durata minima di 30 minuti e incontrarne la massima efficacia. 

Quali sono i maggiori campi di applicazioni al giorno d’oggi ? 

L’applicazione del Matwork nel settore del fitness costituisce tutt’oggi il campo di applicazione più diffuso, in crescita evidenziabile appare sempre più largamente diffuso nell’ambito della riabilitazione ortopedica e fisioterapica. Le attuali interessanti e convalidate applicazioni risultano essere nel campo inoltre della neurologia. 
È negli ultimi dunque che il metodo ha attirato l’attenzione del mondo medico ottenendo risultati di rilievo coadiuvato si frequente con altre metodiche di corrente uso.
Tuttavia le più diffuse nuove frontiere attualmente più promettenti sono quelle della preparazione atletica.

A chi si rivolge la pratica del Pilates ? 
 
È un metodo adatta e rivolto a persone di qualsiasi età e condizioni fisiche. Non di rado personalmente ho riscontrato che la reale selettività della clientela alla quale risulta più adatto, non è dettato sostanzialmente da predisposizioni fisiche idonee o meno, quanto da predisposizioni mentali più o meno affini ad abbracciare la sostanza della purezza dei principi del metodo; controllo, precisione, respirazione, sono solo alcuni dei principali dettami che lo caratterizzano. 
La grande varietà di esercizi, con relative varianti, e la possibilità di scegliere l’attrezzo più adatto su cui eseguirli, permette di personalizzare fin nei particolari il protocollo da creare ed seguire.
Ciò rende applicabile a chiunque il metodo Pilates.

Perché talvolta è così difficile definire cos’è realmente il Pilates? 

Il metodo Pilates è stato descritto nei modi più vari, prevalentemente descrivendo gli effetti benefici che genera nel corpo e nella mente di chi lo pratica.
Rientra tra le discipline olistiche perché i suoi effetti ci coinvolgono in un tutt’uno di mente e corpo.
In termini tecnici è una ginnastica posturale che, partendo da un feedback propriocettivo, permette di “riprogrammare” la postura, ovvero l’equilibrio neuro-muscolo-fasciale del nostro corpo.
Il lavoro muscolare avviene per catene cinetiche e regioni muscolari.
In questo modo, nei vari esercizi, si coinvolge sempre tutto il corpo con prevalenza della muscolatura profonda, posturale, del rachide.
Noi impariamo così a muoverci nello spazio in modo più elastico, flessibile e armonico con conseguente miglioramento del benessere fisico ed emotivo, risparmiando energia.
Non sono poi da sottovalutare le valenze estetiche di un corpo tonico, elastico e flessibile.
In quanto tempo agisce?
La “magia” indotta dal metodo Pilates si acquista progressivamente, nel giro di qualche decina di sedute, e la si percepisce con una sensazione di benessere, di sollievo da tensioni muscolari dolorose, associata ad un piacere mentale di relax.
Ovviamente i migliori risultati si ottengono, e permangono, con una costante applicazione del metodo.

Perché talvolta coesistono all’interno del medesimo centro sportivo differenti modi di insegnare il metodo Pilates? 


L'originario metodo Pilates non ha marchio di registrazione per cui ogni insegnante con la dovuta preparazione nel rispetto dei principi sui quali il metodo si è sviluppato lo può avvicinare  ed applicare al suo stile
e alla sua personalità. 
Quando si parla di stile e personalità si parla certamente di personalizzazione, tale elemento diventa come è giusto che sia, un punto di forza in termini dì caratterizzazione, comunicazione e diffusione del metodo lí dove tali elementi poggiano sulla vera essenza del metodo. Tuttavia non di rado nelle diffusioni più attuali si nota che non poche metodologie di insegnamento del pilates vengano modificate con aggiunta di schemi di movimento alcune volte approssimativi e alcune volte più appartenenti ad elementi del fitness aereobico tanto da stravolgerlo dimenticando i principi sui quali fu fondato. 
Si ricorda che le fondamenta del Pilates rappresentano la sua reale forza, il pensiero su cui si diffuse e per il quale con tanta energia e coerenza gli eredi più diretti del suo fondatore ne calcarono le orme seguendo gli insegnamenti originari. 
Certamente dai tempi che furono le conoscenze più moderne di Osteopatia e del campo della medicina applicata al movimento ne hanno arricchito le soluzioni e la varietà. 
L’obiettivo di MoveHealthAcademy è senza dubbio quello di creare istruttori coerenti con il metodo classico ma al tempo stesso di fornire loro gli strumenti per creare delle lezioni dal repertorio vario secondo le evoluzioni più moderne.